Seminario di formazione per traduttori di letteratura per ragazzi dallo svedese all'italiano

Kulturrådet (Swedish Arts Council) e FILI (Finnish

Literature Exchange)hanno deciso di finanziare un seminario di formazione per

aspiranti traduttori di letteratura per ragazzi dallo svedese all’italiano per

ovviare alla scarsità di traduttori “esperti” nel settore specifico. Il

coordinamento è affidato a Laura Cangemi, da venticinque anni traduttrice dallo

svedese e dall’inglese specializzata in letteratura per l’infanzia, affiancata

da Maria Cristina Lombardi, professore associato di lingue e letterature

nordiche all’Università di Napoli che da anni conduce laboratori di traduzione

con i suoi allievi.

Il progetto (che si svolgerà da maggio 2013 ad aprile

2014) è stato pensato sia per neolaureati o persone che per i motivi più vari

conoscono bene lo svedese e vogliono cimentarsi nella traduzione, sia per

traduttori già attivi interessati a proporsi a editori di libri per bambini e

adolescenti. L’idea è che l’interscambio e la collaborazione  tra partecipanti più esperti e meno

esperti porti a risultati proficui per tutti.

Il seminario si svilupperà su due sedi, Milano e Roma, e

sarà gratuito, ma le eventuali spese di viaggio per accedere alle due sedi

saranno a carico dei partecipanti. Sono previsti tre momenti comuni (il primo a

Milano e l’ultimo a Bologna, in occasione della Fiera del Libro per Ragazzi

2014, il secondo probabilmente a Roma) intervallati da incontri di una giornata,

nelle due sedi, a distanza di 4-6 settimane l’uno dall’altro. La formazione

avverrà tramite laboratori pratici e l’obiettivo è pubblicare i risultati del

lavoro a conclusione del seminario. A Milano gli incontri si terranno nei locali

di Iperborea (via Palestro 20) e saranno condotti da Laura Cangemi, mentre per

Roma la sede sarà la Casa delle Traduzioni (via degli Avignonesi 32) e la

conduzione sarà affidata a Maria Cristina Lombardi.

Per candidarsi alla partecipazione non è necessario

essere laureati in lingue ma è indispensabile una buona conoscenza dello

svedese, acquisita con le modalità più varie. Fondamentali sono l’interesse per

la letteratura in generale e per quella per l’infanzia in particolare e la

passione per la traduzione. Non c’è limite di età. Se il numero degli iscritti

sarà superiore a quindici per ciascuna sede si procederà a una selezione sulla

base di una breve prova di traduzione. Anche i traduttori già attivi interessati

a cimentarsi su testi letterari per bambini e ragazzi saranno i

benvenuti.

Il primo dei tre momenti comuni, durante il quale verrà

illustrato il seminario e si avrà un primo assaggio del metodo di lavoro, è

previsto per giovedì 23 maggio, all’Università degli Studi di Milano (si veda il

programma allegato). Nel corso della giornata sarà possibile iscriversi al

seminario. Le eventuali prove di traduzione per i traduttori non ancora attivi

(in caso di superamento del numero massimo) si svolgeranno via mail. La

partecipazione alla giornata è gratuita, ma solo su prenotazione (redazione@iperborea.com oppure 0287398098).

La giornata sulla traduzione della letteratura per

ragazzi del 23 maggio avverrà all’interno del programma del Festival di

Cultura Svedese “Caffè Stoccolma” organizzato da Iperborea a Milano

dal 21 al 30 maggio 2013, in collaborazione con istituzioni e

associazioni e con il contributo di Visit Sweden, Kulturrådet,

del Comune di Milano e dell’Ambasciata Svedese di Roma. La manifestazione

prevede incontri con autori svedesi (tra cui Mikael Niemi e Björn Larsson),

una rassegna di cinema svedese contemporaneo, eventi sui classici della

letteratura svedese come Stig Dagerman e Selma Lagerlöf, attività

per bambini. A breve il programma definitivo su www.caffestoccolma.it o alla pagina FB www.facebook.com/CaffeStoccolma.

Chi non può partecipare alla

giornata del 23 ma è comunque interessato a iscriversi al seminario di

formazione è pregato di inviare una mail a Laura Cangemi (laura.cangemi@alice.it) e a redazione@iperborea.com entro il 25 maggio.