In memoria di Atle Kittang

Atle Kittang, professore emerito di letterature comparate

all’Università di Bergen, è mancato sabato 1 giugno 2013.

Nato nel 1941, Kittang ottenne nel 1974 la prima cattedra in

Norvegia dedicata alla allmenn

litteraturvitenskap, disciplina traducibile con le nostre “letterature

comparate”, anche se di impronta teorica più marcata. Nel corso degli anni

Kittang si è distinto per i suoi studi di impronta ermeneutica e

fenomenologica, e ha avuto un ruolo di primo piano nello sviluppo della teoria

letteraria norvegese degli ultimi decenni. Tra le altre cose, si deve a lui lo

sviluppo nel paese della critica letteraria di impronta psicanalitica, a cui ha

dedicato la monografia Sigmund Freud (1997). Ha scritto numerosi manuali

e antologie di teoria della letteratura, sui quali si sono formati molti

studenti e studiosi; tra questi lavori ricordiamo Lyriske strukturer:

innføring i diktanalyse (1968 e numerose edizioni successive), scritto insieme ad Asbjørn Aarseth, anch’egli scomparso pochi anni fa. Tra

le pubblicazioni di Kittang di maggiore interesse per gli scandinavisti si

ricordano la monografia su Knut Hamsun Luft, vind, ingenting: Hamsuns

desillusjonsromanar frå Sult til Ringen sluttet (1984) e quella su Henrik Ibsen Ibsens heroisme: frå Brand til Når vi døde

vågner (2002). Il suo ultimo lavoro è l’antologia di analisi poetiche Poesiens

hemmelege liv (2012).